Violazioni della proprietà intellettuale su Facebook

RICHIEDI UNA CONSULENZA LEGALE

Violazione del Marchio su Facebook

Un mio diritto di proprietà intellettuale è stato violato su Facebook: come faccio a tutelarmi? Un interrogativo più che lecito, considerando che allo stato attuale le opere dell’ingegno tutelate dal diritto d’autore circolano molto grazie alla Rete. E non mancano i casi, purtroppo, nei quali c’è chi monetizza su opere prodotte da altri.

Al contempo, è possibile trovare prodotti contraffatti in vendita su vari marketplace.

Premessa doverosa, questa. Poiché oggi, se un soggetto ritiene che i propri diritti su marchi o su opere dell’ingegno vengano violati su una pagina Facebook – si può fare riferimento, a titolo di esempio, a inserzioni, annunci di vendita, foto, video, musica, simboli e/o nomi –, può azionare specifiche procedure di segnalazione dirette ad ottenere la rimozione dell’intera pagina o di parte dei contenuti in violazione.

Segnalazione di violazioni di diritto d’autore

Il contenuto che ho pubblicato è stato rimosso in seguito a una segnalazione di violazione della proprietà intellettuale (diritto d’autore o marchio registrato). Cosa devo fare a questo punto? Dopo aver ricevuto la segnalazione ed esaminate le evidenze prodotte relative alla titolarità dei diritti presumibilmente violati (come ad esempio: domande o certificati di registrazione di un marchio, in Italia e/o in Unione Europea e/o a livello internazionale; immagini o filmati coperti dal diritto d’autore), nel momento in cui Facebook ritiene che vi sia stata violazione di norme a tutela dei diritti d’autore oppure dei diritti sui marchi, procede nel modo seguente:

  1. Provvede alla immediata eliminazione dei contenuti segnalati senza preventivamente contattare chi ha commesso la violazione.
  2. Una volta rimosso il/i contenuto/i, invia all’interessato una notifica con l’indicazione di nome ed indirizzo e-mail del titolare dei diritti violati, unitamente ai dettagli della segnalazione presentata.
  3. Nel caso in cui il destinatario del provvedimento di rimozione ritenga non giustificata la misura adottata dal social network, potrà contattare direttamente il detentore dei diritti per tentare la risoluzione bonaria e veloce della questione. Laddove non vada a buon fine la strada conciliativa tentata in via diretta dagli utenti, allora quest’ultimo dovrà ricorrere ai rimedi giudiziari.

È opportuno rimarcare che gli altri social network, come Instagram e Twitter, adottano procedure analoghe al colosso social fondato da Mark Zuckerberg per la segnalazione di violazioni di marchi o di diritti d’autore.

Così, se sussistono comprovate ragioni, si ottiene la cancellazione dei contenuti e, nel contempo, la notifica all’interessato, con l’invito a prendere contatti diretti con il detentore dei diritti per comporre in modo conciliatorio la questione.

Altrimenti occorrerà rivolgersi ad un consulente legale che fornirà assistenza specializzata nel corso delle trattative tra le parti.

Violazione della proprietà intellettuale sui social: cosa fare?

Abbiamo visto in che modo agiscono le piattaforme di social media per tutelare il soggetto che ha subito la violazione del diritto di proprietà intellettuale.

Ma ha senso rivolgersi direttamente ai giganti dell’online per veder tutelati i propri diritti? Oppure l’unica strada da percorrere è quella di rivolgersi ad uno studio legale in grado di prestare consulenza specializzata sull’uso illegale di opere protette?

In realtà le strade possono essere percorse, in parallelo, entrambe: il reclamo alla piattaforma di social network occorre per far cessare la violazione, mentre è possibile rivolgersi ad uno studio legale specializzato nell’ambito della proprietà intellettuale per ottenere il ristoro economico.

Per ulteriori informazioni su proprietà intellettuale e social network è possibile contattarci all’indirizzo mail: info@italylegalconsulting.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

ALTRE NEWS

Menu